Le 6 regole per un efficace networking online su LinkedIn

Gentile Direttore, faccio seguito al nostro incontro al congresso di marted… No, troppo formale.

Ciao! 🙂 Sono un mago dell’analisi dati ed un fantasista dell’innovazione applicata al busin… No, non siamo mica su Whatsapp.

Oggetto: Opportunità imperd… No, questo proprio no. Così vengo cestinato all’istante, rischio di sembrare l’ennesimo venditore su LinkedIn.

Insomma: come approcciare sui social network un professionista che, nella realtà, non si conosce?

Ecco un compito non facile: per colpa della quantità di spam che ogni giorno riceviamo online – e che riduce al minimo la nostra soglia di attenzione – e del linguaggio informale richiesto dai social – e che mal si sposa con un messaggio di lavoro – contattare un professionista su LinkedIn è delicato come muoversi in un campo minato.

La strategia per il successo su LinkedIn? Ce la insegna Scott Steinberg, autore di The Business Etiquette Bible il libro in cui, tra le altre cose, ha raccolto i suggerimenti pratici per fare networking online.

 

Fare networking online: la guida per non sbagliare approccio

Siete a caccia di consigli concreti per inviare un messaggio su LinkedIn a prova di cestino?

Ecco una lista di dritte utili, secondo Scott Steinberg.

    1. Personalizzazione

La prima, importantissima, regola è quella di evitare messaggi standard che trasudano svogliatezza. Anche se richiede più tempo e attenzione, abbiate cura di personalizzare ogni messaggio inviato, avvicinandolo alle caratteristiche del destinatario. Un’azione tattica molto intelligente che richiede un minimo di ricerca: prima di scrivere ad un interlocutore, quindi, informatevi sul ruolo che ricopre, sull’identità dell’azienda in cui lavora e raccogliete quante più informazioni possibili. Vi servirà per disseminare all’interno del vostro messaggio piccole esche emotive.

    2. Stile

Deve essere fresco e smart. Niente formalismi o pesantezze. Privilegiate le frasi brevi e dotatevi del dono della sintesi. Attenzione, però, a non esagerare con il linguaggio friendly: niente caratteri speciali o, peggio, emoticons.

    3. Messaggio

Deve essere immediato e chiaro, semplicemente dritto al punto. Sintetizzate in poche righe chi siete, perché volete entrare in contatto con il destinatario e quali sono i vantaggi reciproci. Cosa volete ottenere dal nuovo legame? Cosa offrite in cambio? Concentratevi su questi due punti e chiariteli bene, ma senza lungaggini.

    4. Presentazione

Siate corretti e professionali. Spiegate il vostro ruolo con onestà, senza ricorrere a strani neologismi – Ambasciatore del Buzz, Problem Solver, Generatore di opportunità – che possono spazientire l’interlocutore e dare di voi un’immagine poco seria.

    5. Tenete aggiornato il profilo LinkedIn

Se il vostro contatto otterrà successo, è probabile che il destinatario andrà a curiosare all’interno del vostro profilo. Fate in modo che la pagina che parla di voi sia aggiornatissima e in linea con l’immagine che avete trasferito nel messaggio. Iniziate dall’abstract: pubblicate una sintesi appealing e completa della vostra esperienza e delle capacità acquisite per fornire una prima, efficace, istantanea ai visitatori.

    6. Siate attivi sulla piattaforma

Abbiate cura di postare sul vostro profilo contenuti “furbi” capaci di dare valore aggiunto alla vostra immagine. Niente sforzi: basta ripostare articoli di settore scritti da altri, ma attinenti all’area di attività in cui operate, o condividere online le foto e i video che vi ritraggono al lavoro. In questo modo darete forma ad un’accattivante reputazione web, vestendo la vostra immagine 2.0 di tutto punto.

Pronti? Click. Invio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *