Deal Italy, la piattaforma per il finanziamento delle PMI nata tra i banchi del MIP

deal-italy

Questo post comincia con una buona notizia per gli imprenditori, soprattutto quelli delle PMI che costituiscono il tessuto produttivo del nostro Paese. A dar loro man forte nella ricerca di capitali per partire o espandersi sarà…un algoritmo!

bonelli-polverosiDeal Italy, azienda co-fondata dagli alumni MIP Giuseppe G. Bonelli e Paolo Polverosi, è una piattaforma digitale per le piccole e medie imprese italiane, creata per dare risposte semplici e veloci agli imprenditori e favorirne l’accesso al mercato del credito e dei capitali.

Una problematica non da poco di questi tempi, come ben saprà chi segue con attenzione la rubrica Scenari Economici di Fabio Sdogati, e il dibattito con il professor Giorgino in particolare. Nonostante le misure intraprese dalla BCE per far ripartire il credito, infatti, le banche paiono ancora piuttosto restie nel concederlo, un po’ per eccesso di prudenza, un po’ per gli scarsi margini ottenibili da simili operazioni.

La risposta di Deal Italy è basata sulla valutazione gratuita del progetto presentato dalla PMI, attraverso un algoritmo proprietario in grado di rilevare e analizzare gli aspetti finanziari e peculiari delle piccole e medie imprese italiane: asset intangibili e capitale umano. Farli emergere riduce i rischi e consente l’accesso agli strumenti finanziari idonei a sostenere la crescita nel lungo periodo.

Ottimo per chi cerca accesso al credito, ottimo per chi lo offre e che – garantiscono da Deal Italy – darà una risposta entro 30 giorni dalla presentazione del progetto.

La start-up è il frutto di una delle numerose idee imprenditoriali nate in seno al MIP Politecnico di Milano, così come successo per Xmetrics, e Artrooms. In che modo le competenze acquisite tra i banchi della business school hanno impattato sul progetto e sul suo successo? Qual è la storia e il background dei suoi fondatori?

A rispondere a tutte queste domande, gli stessi fondatori di Deal Italy, in una breve intervista per #spiritoleader.

Quando avete lanciato Deal Italy? Qual è la risposta del mercato?

Deal Italy è stata costituita a febbraio 2015. In marzo è stata lanciata la piattaforma online www.deal-italy.com e ad aprile è iniziata la promozione sui canali social e la partecipazione a progetti europei e nazionali per lo sviluppo della start-up.

La risposta del mercato è positiva in questa primissima fase: sono iniziate le iscrizioni delle PMI alla piattaforma senza una campagna di marketing multi-canale e questo è molto incoraggiante. Nelle prossime settimane potenzieremo l’attività promozionale e ci aspettiamo una risposta forte da parte del mercato. Contemporaneamente abbiamo attivato alcune relazioni con fondi di private equity esteri.

Come è nata l’idea di business?

L’idea di business nasce dall’osservazione che i flussi degli investimenti esteri in Italia si sono praticamente azzerati negli ultimi anni (con una leggera ripresa in corso nell’ultimo anno). In particolare, il Sud e (in parte) il Centro ne sono esclusi, visto che la Lombardia da sola attrae quasi metà degli investimenti esteri, in maggioranza diretti verso le grandi imprese italiane. Inoltre le PMI italiane subiscono una riduzione del credito bancario che le penalizza nei loro progetti di crescita.

La sede e gli obiettivi sono internazionali?

La sede di Deal Italy Ltd è a Londra e gli obiettivi sono internazionali per l’apertura del progetto verso gli investitori globali e la replicabilità del modello piattaforma su scala europea. Il nostro obiettivo è offrire un servizio digitale che avvicini domanda e offerta nel mercato dei capitali, rendendolo più fruibile, trasparente e a basso costo per le PMI italiane che investono in internazionalizzazione e innovazione.

Quale è il vostro background/percorso professionale?

Abbiamo una pluriennale esperienza come manager e consulenti ed estrazioni universitarie complementari e sinergiche d’Ingegneria ed Economia. Siamo entrambi Executive MBA al MIP Politecnico di Milano e abbiamo focalizzato il percorso formativo sui temi di finanza ed internazionalizzazione.

Paolo Polverosi opera con la propria società da quindici anni nella consulenza alle PMI nei processi di innovazione e di gestione e miglioramento della qualità ed è stato il promotore di una delle prime reti d’impresa italiane.

Giuseppe Bonelli è manager in multinazionale italo-francese operante nel settore dei Semiconduttori, con significativa esperienza nelle aree di sviluppo prodotto e operations e nella gestione di progetti internazionali e team multi-culturali.

Come l’EMBA e il MIP vi hanno aiutato a sviluppare il vostro project work e la vostra business idea?

Deal Italy nasce proprio da un’idea maturata durante l’Executive MBA del MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business, e sviluppata nel project work finale con il tutoraggio del Prof. Massimo Gaetano Colombo e i consigli nello sviluppo dell’idea del Prof. Marco Giorgino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *